gear gear gear

facebook twitter google-plus-2 youtube

Motore aeronautico FIAT A.80 R.C.41
1935



25

Note Storiche

Il motore Fiat A.80 venne progettato nel 1935 dall'ing. Tranquillo Zerbi e dal prof. Antonio Fessia per l'impiego sui bombardieri e sugli aerei da trasporto civili. Come l'A.74, era concettualmente derivato da modelli statunitensi Pratt & Whitney, di cui la FIAT aveva acquisito la licenza di costruzione, ma da questi differiva per numerose caratteristiche progettuali (ad esempio nelle misure di alesaggio e corsa) e costruttive, dovute all'esigenza sia di semplificare la produzione, sia di utilizzare materiali autarchici.
L'A.80 nacque qualche tempo prima dell'A.74 e la sua produzione in grande serie venne avviata sebbene il motore non fosse ancora perfettamente a punto. Il motore venne omologato il 10 novembre 1937, dopo aver superato l'usuale prova di funzionamento per un ciclo di 150 ore consecutive al banco di prova. Nelle reali condizioni operative però, dovendo usare i carburanti di scarsa qualità disponibili in Italia in tempo di guerra, nonostante numerose modifiche apportate nel corso della produzione, soffrì sempre di un'affidabilità minore rispetto al "fratello piccolo" A.74. Ciò comportò delle serie difficoltà nell'impiego operativo e quando si giunse ad una soddisfacente regolarità ed affidabilità di funzionamento la potenza di 1000 CV risultò insufficiente per le mutate esigenze della linea da bombardamento (sempre in rapido sviluppo durante il periodo bellico). Per questo motivo la FIAT si era già orientata verso lo sviluppo di nuovi modelli quali l'A.82 e l'A83. Come per l'A.74, era considerata ottima l'accessibilità meccanica per i lavori di manutenzione.
Il FIAT A.80 venne inoltre impiegato dell'esercito imperiale giapponese che utilizzò i bombardieri FIAT B.R.20 durante la seconda guerra sino-giapponese (1937-1945).


Scheda tecnica

CostruttoreFIAT Aviazione, Torino, Italia 1935
TipoFIAT A.80 RC.41 Nembo
Progettista capoing. Tranquillo Zerbi e prof. ing. Antonio Fessia
Descrizionemotore aeronautico con 18 cilindri a doppia stella, basamento in alluminio con tre supporti di banco, cilindri in acciaio con teste in lega leggera avvitate a caldo, camere di combustione emisferiche, stantuffi in lega leggera, biella principale e biellette ad H, albero motore in due parti collegate da flange e bulloni.
Corsa165 mm
Alesaggio140 mm
Cilindrata45720 cm³
Rapporto di compressione6,7:1
Potenza1000 CV (potenza di omologazione) a 2100 giri/min a 4100 m di quota e con 0,98 bar di pressione fornita dal compressore
Consumo specifico270 g/CVh al massimo 220-230 g/CVh a 6/10 della potenza massima
Potenza specifica21,9 CV/l
Sistema di distribuzione2 valvole in testa per cilindro comandate da aste e bilacieri, valvole di scarico raffreddate internamente con sali di sodio
Sistema di alimentazionea benzina, con un carburatore FIAT a doppio corpo invertito, posto a monte del compressore e dotato di preriscaldamento della miscela combustibile e limitatore di pressione
Sistema di sovralimentazionecompressore centrifugo a comando meccanico con ingranaggi a denti dritti, giunto elastico e rapporto di moltiplicazione 9,37:1 , quota di adattamento 4100 m
Sistema di accensionedue candele per cilindro alimentate da due magneti distributori Marelli MF 18 indipendenti
Sistema di raffreddamentoad aria
Sistema di lubrificazioneforzato, con pompe ad ingranaggi
Sistema di avviamentopneumatico con una bombola da 12 litri a 15 bar (per 2 avviamenti) e con un motocompressore Garelli per la ricarica (vedi FIAT A.74)
Diametro1335 mm
Lunghezza1620 mm
Massa725 kg
Rapporto massa/potenza0,73 kg/CV
Rapporto di riduzione elica0,625:1 con riduttore epiciloidale con ingranaggi conici (tipo Farman)


Applicazioni

Velivoli utilizzatori

Aeronautica Umbra Trojani AUT.18 (caccia)
Breda Ba.65 Nibbio (aereo da attacco al suolo)
Breda Ba.82 (bombardiere)
CANT Z.509 (idrovolante postale e trasporto passeggeri)
Caproni Ca.135 (bombardiere)
Fiat B.R.20 Cicogna (bombardiere)
FIAT G.18 V (aereo di linea)
Savoia-Marchetti S.M.79 Sparviero (bombardiere e aerosilurante)
Savoia-Marchetti S.M.87 (aereo di linea idrovolante)

Download Poster

Login
Realizzazione sito: Pasquale Pillitteri


unipa
unipa
unipa