gear gear gear

facebook twitter google-plus-2 youtube

Prototipo di motore rotativo
1961-1962



93

Note Storiche

Il prototipo di motore rotativo è costituito da due corpi contro-oscillanti aventi ciascuno 3 stantuffi tronco-toroidali disposti a 120° che costituiscono 6 camere di combustione di analoga geometria. Ciascuno dei due corpi contro-oscillanti è collegato esternamente al telaio tramite un anello in acciaio contenente un meccanismo a ruota libera (a rulli). Internamente i dei due corpi contro-oscillanti sono reciprocamente collegati mediante un meccanismo con ruote coniche che aziona l'albero motore conferendogli un moto rotatorio. Il prototipo è stato studiato ed ideato presso l'ex. Ist. di Macchine dell'Università degli Studi di Palermo.

Rif. bibliografico: tesi di laurea in ingegneria meccanica di Giuseppe Lanzara, relatori prof. Mario Rubino e prof. Camillo De Gregorio, A.A. 1961-1962.


Scheda tecnica

Descrizioneprototipo sperimentale di motore a combustione interna, ad accensione per compressione, a due tempi, avente 6 camere di combustione tronco-toroidali con stantuffi contro-oscillanti; basamento cilindri in ghisa, stantuffi in acciaio.
Cilindrata2850 cm³
Sistema di alimentazionea gasolio, inizione diretta con due pompe meccaniche alternative monocilindriche, ciascuna per 3 camere di combustione (sfasate di 120°)
Sistema di raffreddamentoad aria
Sistema di lubrificazioneforzato, con una pompa meccanica


Applicazioni

Azionamento di macchinari industriali ed automobilistici

Login
Realizzazione sito: Pasquale Pillitteri


unipa
unipa
unipa