gear gear gear

facebook twitter google-plus-2 youtube

Girante di turbina Pelton
anni '50



83

Note Storiche

La turbina Pelton, sviluppata dall'americano Lester Allan Pelton nel 1879, è una turbina idraulica ad azione impiegata per la produzione di energia elettrica, che sfrutta bacini idrici caratterizzati da grandi dislivelli (di solito tra i 300 e i 1400 m) e piccole portate (inferiori a 60 m³/s); solitamente infatti viene utilizzata per i bacini idroelettrici alpini. Il tipo di turbina Pelton più diffuso è ad asse orizzontale con un solo getto poichè tale configurazione permette di ottenere rendimenti più elevati. Gli ugelli possono però essere più di uno: sono massimo due nelle turbine ad asse orizzontale, mentre arrivano fino a sei negli impianti di grande potenza realizzati con turbine ad asse verticale. Il numero degli ugelli dipende dalle dimensioni della turbina: è necessario infatti evitare possibili interferenze tra i vari getti, con la conseguente riduzione del rendimento.
La regolazione della turbina Pelton avviene mediante la variazione di portata d'acqua effettuata tramite l'ago Doble. Questo è costituito da un otturatore con estremità a bulbo posto al centro dell'ugello. Lo spostato assialmemte dell'ago Doble comporta una variazione della sezione di efflusso e di conseguenza della portata. Questo tipo di regolazione deve però avvenire lentamente per evitare repentine e pericolose sovrapressioni, dette colpi di ariete. Per attuare una rapida dimimuzione della portata (ossia della potenza) si utilizza un deviatore di flusso, detto tegolo, che intercetta, tutto o in parte, il flusso di acqua diretto alle pale della girante. Il flusso di acqua intercettato dal tegolo viene direttamente scaricato a valle della turbina. Il tegolo infine viene lentamente ritirato di pari passo con la regolazione dell'ago Doble.



Applicazioni

Impianti idroelettrici

Login
Realizzazione sito: Pasquale Pillitteri


unipa
unipa
unipa